Mauro Vero

Stampa

MAURO VERO

Non potrò mai dimenticare quello che il destino stava per partorire quella sera di Lunedì 18 Agosto del 2008 nella Sala Prove” Ithil World Studio” di Fabrizio Noè; la nostra Cover Band dei “Compagni di Viaggio” aveva la necessità di trovare un chitarrista per sostituire un’assenza interna al gruppo, quindi ci eravamo rivolti al grande Mauro Vero per colmare la lacuna e lui accettò.  Appuntamento classico alle ore 21.00, lui puntualissimo, noi arrivo in ordine sparso in leggero ritardo; entro nella Sala prove e trovo Mauro che per ingannare l’attesa,  è intento ad ascoltare un brano di sua composizione “Come in una favola” e con la chitarra ci arpeggia sopra. Mi fermo cercando di carpire il senso del testo e trovo che è calzato a pennello per lo spettacolo “Visioni” che sto per portare in scena al Teatro Cavour di Imperia in Novembre per beneficenza a favore degli ammalati di Fibrosi Cistica e mi manca proprio un brano: questo brano. Mi faccio coraggio e gli propongo di venirlo a cantare sul palcoscenico con una mia cantante e lui con grande umiltà accetta di buon grado. Quella sera tornai a casa quasi volando per la gioia e per l’emozione di poter lavorare fianco a fianco con quello che il sottoscritto, e non solo io, ritengo sia, oltre che un straordinario musicista, anche un grand’uomo: Mauro Vero. In attesa di poterlo intervistare allego questo profilo con la speranza di poter rendere l'idea del personaggio che, anche se nato ad Albenga il 30 di Aprile (l'anno è volutamente omesso in quanto non ha importanza per gli artisti) è ormai "imperiese" a tutti gli effetti.